Isole Surin

L’arcipelago delle Surin si trova nel Mare delle Andamane, 150 chilometri a nord di Phuket ed a 50 chilometri dalla costa, mentre poco più a nord sorgono le isole più meridionali dell’arcipelago di Mergui, che appartiene al Myanmar.

Le Isole Surin occupano complessivamente un’area di 33 Km², quasi interamente costituita dalle due isole principali di Ko Surin Nuea e Ko Surin Tai, separate da uno stretto braccio di mare di 200 metri, alle quali si aggiungono i tre isolotti di Ko Ri, Ko Kai e Ko Klang.

Sono protette dal 1981, anno in cui venne istituito il Parco Nazionale di Mu Ko Surin, il quale si estende per il 76% nell’oceano adiacente, per un’area totale di circa 140 Km², incluso l’intera superficie terrestre dell’arcipelago.

Queste isole, tuttora non interessate dal turismo di massa, sono a detta di molti la miglior destinazione thailandese per le immersioni subacquee, per lo snorkeling e per osservare la fauna marina, che popola le barriere coralline attorno alle isole.

Tutte le isole sono interamente coperte da lussureggiante foresta tropicale e presentano alcune spiagge di finissima sabbia bianca, con un mare di colore azzurro molto intenso, un vero e proprio paradiso tropicale da cartolina.

Sull’isola di Ko Surin Tai è presente un piccolo villaggio Moken, un gruppo etnico austronesiano di poche migliaia di individui che popolano solo alcune isole thailandesi e birmane, noti anche con l’appellativo zingari del mare, poiché hanno una tipologia di vita nomade.

Il parco nazionale è aperto solamente per un periodo di 7 mesi, mentre fra metà maggio e metà ottobre, durante la stagione umida, resta chiuso, sia per preservarne la natura, che per le condizioni meteo quasi sempre sfavorevoli alle immersioni.

È possibile pernottare sull’isola di Surin Nuea in alcuni bungalow da 2 fino a 5 persone oppure in un’area di campeggio designata nei pressi della spiaggia e della splendida baia di Mai Ngam, con 70 tende in tutto, gestite dalla direzione del parco, che mette a disposizione anche sacchi a pelo, materassini e cuscini, a prezzi molto ragionevoli (fra i 300 e 450 baht a notte per la tenda e meno di 100 baht per gli accessori), ma volendo si può comunque portare la propria tenda, pagando soltanto l’occupazione del suolo; è presente anche un ristorante aperto in orari di colazione, pranzo e cena.

Se si vogliono visitare le Isole Surin in giornata si può partecipare ad un tour organizzato in partenza da Phuket o da Khao Lak oppure in autonomia partendo dal molo di Khura Buri, nella provincia di Phang Nga; l’arcipelago viene inoltre spesso incluso negli itinerari di crociere di più giorni nel Mare delle Andamane.

Il periodo più adatto per le immersioni è da dicembre ad aprile quando c’è poco vento e la temperatura del mare è attorno ai 29° C; nella barriera corallina trovano rifugio circa 260 specie di pesci, mentre nelle acque oceaniche che circondano le isole si possono osservare fra gli altri vari tipi di squali, tartarughe marine, razze e mante; sulla terraferma si annoverano un centinaio di specie di uccelli, serpenti come cobra e pitoni, oltre ad un raro geco endemico di queste isole.

Posizione e come arrivare alle Isole Surin

La località più vicina e comoda per raggiungere le Isole Surin è Khura Buri, con partenze dai moli situati circa 10 km a nord-ovest della piccola cittadina, non molto distanti dalla strada nazionale n° 4; qui si trova anche il centro visitatori del parco nazionale, oltre ad un parcheggio custodito per chi arriva con un mezzo proprio.

A Khura Buri si fermano anche i bus che coprono le tratte BangkokPhuket o Chumphon-Phuket, così come si possono organizzare trasferimenti in minivan da Krabi, Phuket o Khao Lak.

Il viaggio in motoscafo dura poco più di 1 ora, il tempo richiesto per coprire i 60 km necessari per raggiungere l’arcipelago ed il centro visitatori sull’isola di Surin Nuea.

Sono presenti varie compagnie, sia a Khura Buri che nelle più lontane Khao Lak e Phuket, che offrono tour completi di 1 o più giorni delle isole, inclusi il trasferimento dal proprio hotel ed il noleggio dell’attrezzatura per lo snorkeling o per le immersioni subacquee, che verranno effettuate in vari spot designati dalla direzione del parco.

Informazioni pratiche

Sito ufficiale 
Da metà maggio a metà ottobre (le date esatte variano di anno in anno in base alle condizioni meteo)
฿ 500 baht (adulti)
300 baht (bambini)
100/50 baht per i thailandesi