Sukhothai

La provincia di Sukhothai (สุโขทัย) si trova nella Thailandia del Nord, 300 chilometri a sud di Chiang Mai e a quasi 450 chilometri dalla capitale Bangkok; ha una superficie di 6.596 Km².

Qui si è sviluppato il primo regno dal quale in seguito è nata l’attuale Thailandia, visto che si estendeva fra il Mekong ad est ed il Mare delle Andamane ad ovest, per un dominio durato esattamente 200 anni, fra il 1238 ed il 1438, quando venne assorbito dal più potente regno di Ayutthaya.

Di quel florido periodo storico sono rimaste diverse testimonianze, con le rovine dell’antica capitale che fanno parte dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, assieme ad altri due siti meno conosciuti ma altrettanto interessanti, Si Satchanalai e Kamphaeng Phet, quest’ultimo ubicato nell’omonima provincia, a sud di quella di Sukhothai.

Sukhothai è quindi una meta adatta principalmente agli amanti della storia, ma la provincia offre anche bei paesaggi rurali e collinari oltre a due parchi nazionali per gli amanti della natura e della tranquillità, visto che non sono molto frequentati.

Si ritiene che il Loi Krathong, il festival delle luci, sia nato in questa città, che è quindi uno dei luoghi migliori in Thailandia per assistere a questa importantissima e sentita celebrazione.

Ninaras, CC BY 4.0, via Wikimedia Commons

Posizione e come arrivare a Sukhothai da Bangkok e Chiang Mai

Sukhothai è servita da un piccolo aeroporto, situato 30 km a nord della città, con un paio di voli giornalieri operati dalla Bangkok Airways da Bangkok-Suvarnabhumi; in alternativa si può eventualmente optare per l’aeroporto di Phitsanulok, distante 65 chilometri da Sukhothai e servito da tre compagnie low cost, ma anche in questo caso con voli solamente dalla capitale Bangkok.

Arrivando da Bangkok l’autobus è una valida alternativa, soprattutto per i costi più contenuti (350 baht circa il servizio espresso); il tempo necessario è di circa 6 ore dal terminal nord di Mo Chit; da Chiang Mai questa è invece l’opzione più consigliata, a meno di non voler far scalo a Bangkok, col viaggio che dura sulle 5 ore e prezzo attorno ai 300 baht a seconda della compagnia utilizzata.

Pur trovandosi in linea d’aria fra Bangkok e Chiang Mai, Sukhothai giace ad ovest della linea ferroviaria che collega le due città, quindi utilizzando il treno dovrete scendere alla già citata Phitsanulok e da qui raggiungere con altro mezzo la città, con l’autobus che impiega 1 ora e mezza per arrivare a destinazione.

Cosa vedere a Sukhothai

Il Parco Storico dell’antica capitale Sukhothai è l’attrazione principale della provincia; si trova circa 10 chilometri ad ovest dell’attuale capoluogo.

Questo importantissimo sito archeologico della Thailandia comprende le rovine di quasi duecento templi, distribuiti in un’area complessiva di 70 Km²; è diviso in 5 differenti zone, ognuna con ingresso separato (100 baht).

Sukhothaï-02

Wayne77, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Parco Storico di Si Satchanalai

Si Satchanalai era una delle due città satellite di Sukhothai (assieme a Kamphaeng Phet); venne edificata lungo le sponde del fiume Yom, a quasi 50 chilometri dall’antica capitale.

Le rovine di Si Satchanalai risalgono allo stesso periodo ed hanno lo stesso stile di quelle di Sukhothai; esse sono distribuite in tre aree principali, quella centrale che si trova sulla sponda destra del fiume Yom e che era protetta da una cinta muraria, la zona di Chaliang, più ad est in un’ansa del fiume ed abitata ancor prima che si formasse il regno di Sukhothai ed infine le aree più periferiche a nord e sud.

I templi di Wat Chang Lom, nella zona centrale, e di Wat Phra Si Rattana Mahathat a Chaliang sono le due attrazioni più affascinanti ed interessanti; nel primo di notevole fattura il grande chedi principale, che sembra sorretto dalle sculture di 39 elefanti, mentre nel secondo si distingue il phrang centrale in stile khmer in laterite.

Il mezzo migliore per visitare il parco storico di Si Satchanalai è la bicicletta, che si può noleggiare a 50 baht in diversi punti; le strade sono in gran parte pianeggianti ed attraversano di tanto in tanto delle aree boschive in cui si può trovare un po’ di refrigerio nelle giornate più calde.

13th Century Thai City of Si Satchanalai- Wat Phra Si Rattana Mahathat- 1

Gary Todd, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

3 zone: centrale, Chaliang, nord & sud
Visualizza posizione su Google Maps
8:00-17:00
Nessun giorno di chiusura
฿ 100 baht (ticket valido solo per ogni singola zona)
220 baht (ticket cumulativo)
55 km a nord di Sukhothai, si raggiunge tramite la strada n° 1201 o la n° 101

Wat Phiphat Mongkhon

Il Wat Phiphat Mongkhon è un complesso piuttosto vasto con vari templi in stile Lanna; si trova nel distretto di Thung Saliam, nella zona centro-occidentale della provincia, a circa 70 chilometri dal capoluogo.

L’edificio principale si distingue per i curatissimi dettagli e per l’articolato tetto di un colore viola molto intenso; all’interno di uno dei templi è presente una statua di Buddha in oro puro, risalente al periodo del regno di Sukhothai.

Phra Buddhu Suko Pho Tong

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00-17:00
Nessun giorno di chiusura
฿ Gratuito
1,5 km a sud della strada n° 1048

Parco Nazionale di Ramkamhaeng

Il Parco Nazionale di Ramkamhaeng si trova nella parte meridionale della provincia, non distante sia dal capoluogo che dal parco storico di Sukhothai, al quale può essere abbinato in un viaggio in quest’area della Thailandia.

Il parco, ampio 341 Km², protegge la piccola catena montuosa di Khao Luang, che si staglia solitaria dalla pianura circostante e che viene descritta localmente come una gigante collina nel mezzo di campi di riso, fino a raggiungere un’altitudine attorno ai 1.200 metri con le 4 cime che la contraddistingono.

I paesaggi e gli splendidi panorami sono l’attrattiva principale di questo parco, ma non mancano anche cascate, grotte e luoghi di rilevanza storica; imperdibile l’alba dal Pha Na Rai, con vista sensazionale sulla pianura, anche se bisognerà iniziare il trekking alle 3.30 di mattina.

Narai Peak-1 ,Ramkhamhaeng National Park

Yothind, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:30-17:00
Nessun giorno di chiusura
฿ 200 baht (adulti)
100 baht (bambini)
40/20 baht per i thailandesi
30 km a sud-ovest di Sukhothai, a 15 km dalla strada n° 101

Parco Nazionale di Si Satchanalai

Meno esteso rispetto alla precedente area protetta, il Parco Nazionale di Si Satchanalai si trova nella parte nord-occidentale della provincia, a 100 chilometri dal capoluogo, e copre un’area complessiva di 213 Km².

È costituito in gran parte da una ricca foresta situata lungo la catena montuosa di Phi Pan Nam, dove nascono un gran numero di corsi d’acqua essenziali per le coltivazioni agricole delle zone pianeggianti adiacenti.

Nel parco sono presenti numerose grotte e belle cascate, oltre a diversi sentieri per affrontare dei trekking di varia difficoltà.

น้ำตกตาดดาว อุทยานแห่งชาติศรีสัชนาลัย

Weera Tupthai, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:30-16:30
Nessun giorno di chiusura
฿ 200 baht (adulti)
100 baht (bambini)
40/20 baht per i thailandesi
100 km a nord-ovest di Sukhothai, 40 km dalla strada n° 1048

Chao Ram Bat Cave

Come si può capire dal nome, la grotta di Chao Ram è conosciuta in zona per la sua popolazione di pipistrelli, di sei specie diverse con circa 100.000 esemplari in tutto.

Si trova in un’area montuosa a circa 65 chilometri dal capoluogo provinciale e verso l’imbrunire offre uno straordinario spettacolo grazie ai pipistrelli che escono dalla grotta per andare in cerca di cibo, formando degli stormi di dimensioni straordinarie.

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00-18:00
Nessun giorno di chiusura
฿ Gratuito
12 km dalla strada n° 1327, dal paese di Wang Nam Khao

Phra Mae Ya Shrine

Il santuario di Phra Mae Ya è l’attrazione religiosa principale di Sukhothai, si trova a ridosso del fiume Yom, nella parte sud-orientale della città.

Rinnovato fra il 1994 ed il 1998 deve il suo nome ad una statua che si pensa sia stata creata durante il regno di Re Ramkamhaeng in onore di sua madre e che in precedenza era custodita in una grotta.

201312281259a (Hartmann Linge) Sukhothai Buddha Park

Hartmann Linge, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
9:00-16:00
Nessun giorno di chiusura
฿ Gratuito
100 metri a sud-ovest del municipio di Sukhothai