Koh Lipe

L’isola di Koh Lipe si trova nel Mare delle Andamane, nell’estremità sud-occidentale della Thailandia, a circa 60 chilometri dalla terraferma e poco meno di 40 chilometri dall’isola di Langkawi, appartenente alla Malaysia.

Amministrativamente fa parte della provincia di Satun; è inoltre una delle 51 isole di cui è composto il Parco Nazionale di Tarutao.

Si tratta di un’isola piuttosto piccola, 1,6 Km² la sua superficie, diventata però una fra le mete più apprezzate del Paese, grazie a spiagge idilliache ed un mare con acque color turchese di grande fascino; è anche nota in patria come le Maldive della Thailandia.

Koh Lipe si può girare tranquillamente a piedi, solamente la parte più ad ovest, con un paio di spiagge ed una folta vegetazione tropicale, necessita di più tempo e di un maggiore sforzo fisico per essere raggiunta.

Koh Lipe Thailand: Koh Lipe Beach Resort, CC0, via Wikimedia Commons

Le attività più interessanti da fare sull’isola sono le immersioni e lo snorkeling, questa è infatti una delle aree della Thailandia più indicate allo scopo, con la barriera corallina subito a ridosso delle spiagge.

Un’altra caratteristica molto suggestiva e che attira diverse coppie su Koh Lipe, è la possibilità di osservare sia alba che tramonto nella stessa giornata, semplicemente camminando per pochi minuti dal proprio alloggio verso le due spiagge di Sunrise Beach ad est e Sunset Beach a nord-ovest, potendo quindi godere di momenti romantici col proprio partner, senza dover spendere un solo centesimo in trasferimenti motorizzati.

Resort, bar e ristoranti si trovano spesso a ridosso della spiaggia, con lo sviluppo turistico degli ultimi anni che ha portato ad una varietà sia di tipologie di alloggi disponibili, che di offerta culinaria, oltre che di attività organizzate sull’isola o nei dintorni.

Vista la vicinanza con altre isole (tutte disabitate) dell’arcipelago di Adang-Rawi, consigliamo di effettuare almeno un’escursione, magari nella vicina Koh Adang, dalla quale si possono avere delle magnifiche viste su Koh Lipe; qui potreste inoltre avere una spiaggia tropicale tutta per voi, almeno per qualche ora!

Il periodo migliore per soggiornare su Koh Lipe va da novembre ad aprile, con i mesi di dicembre e gennaio che costituiscono il picco dell’alta stagione e durante i quali l’isola risulta piuttosto affollata; da maggio ad ottobre molte attività chiudono ed anche i collegamenti sono in buona parte sospesi, dato che si tratta della stagione delle piogge.

Posizione e come arrivare

Koh Lipe non è molto comoda da raggiungere, poiché non dispone di nessun aeroporto e richiede molte ore di viaggio fra aereo, minivan e traghetto, trovandosi lontana dalle altre mete turistiche principali del Paese.

Se partite da Bangkok dovete dapprima volare fino all’aeroporto di Hat Yai, collegato anche ad altre città thailandesi, come Chiang Mai e Phuket, e da qui spostarvi in minivan fino al porto di Pak Bara, prima di imbarcarvi finalmente sul traghetto che vi porterà sull’isola; ogni trasferimento richiederà circa 1 ora e mezza di viaggio, a cui vanno aggiunti ovviamente i tempi di attesa per cambiare mezzo di trasporto; si possono utilizzare in alternativa bus o treni se si vuole risparmiare qualcosa, a scapito del tempo necessario a raggiungere la destinazione finale.

Solamente in alta stagione sono attive altre linee di traghetti, tra cui una che collega Koh Lipe all’isola di Langkawi, in Malaysia, con viaggio di 1 ora e mezza; è possibile partire inoltre da Phuket (4 ore), Krabi (3 ore e mezza) o Koh Lanta (2 ore).